Specialisti in Neurochirurgia Cranica e Spinale

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
logo neurochirurgia24 def

Per Urgenze h24:

Per Appuntamenti e Ricoveri:

+39 06 86275820
(09:00/14:00 – 15:30/19:30)

+39 06 862751 (h24)

Prenota Subito:

Clicca qui
oppure scrivi a segreteria@neurochirurgia24.it o compila il form

Dove Siamo a Roma

Clinica Villa Margherita:
Viale di Villa Massimo, 48
00161 – Roma

Specialisti in Neurochirurgia Cranica e Spinale

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Per Urgenze h24:

Per Appuntamenti e Ricoveri:

+39 06 86275820
(09:00/14:00 – 15:30/19:30)

+39 06 862751 (h24)

Prenota Subito:

Clicca qui
oppure scrivi a segreteria@neurochirurgia24.it o compila il form

Dove Siamo a Roma

Clinica Villa Margherita:
Viale di Villa Massimo, 48
00161 – Roma

Per Urgenze h24:

Per Appuntamenti e Ricoveri:

+39 06 86275820
(09:00/14:00 – 15:30/19:30)

+39 06 862751 (h24)

Prenota Subito:

Clicca qui
oppure scrivi a segreteria@neurochirurgia24.it o compila il form

Dove Siamo a Roma

Clinica Villa Margherita:
Viale di Villa Massimo, 48 – 00161 – Roma

Specialisti in Neurochirurgia Cranica
e Neurochirurgia Spinale

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Home 9 Neurochirurgia Cranica 9 Trauma Cranio Encefalico

Neurochirurgia Cranica

Trauma Cranio Encefalico

Cos’è un trauma cranio encefalico e come si giunge alla diagnosi? Quali sono i sintomi del trauma cranico? Che tipo di intervento chirurgico è consigliato nei casi più gravi?

Gli specialisti di Neurochirurgia 24 a Roma offrono la loro esperienza pluriennale nel trattamento del trauma cranio encefalico e di altre patologie neurochirurgiche del cranio: un’équipe d’eccellenza per visite specialistiche e interventi chirurgici presso la Clinica Villa Margherita.

R

Sale operatorie moderne e all'avanguardia

R

Terapia intensiva polivalente attiva 24 ore su 24

R

Assistenza postoperatoria dedicata e rapporto personale col neurochirurgo di fiducia

R

Strumentazione radiologica avanzata con risonanza magnetica ad alto campo, tac a strato sottile e angiografo di ultima generazione con riduzione delle radiazioni

Sintomi, diagnosi e ipotesi terapeutiche

Trauma cranio encefalico: cos’è e come viene trattato

Il trauma cranio encefalico, conosciuto anche come trauma cranico, è uno degli infortuni più comuni: essendo coinvolta la regione cerebrale, il paziente necessita di un attento monitoraggio e di approfondimenti diagnostici per comprendere la reale gravità del trauma.

Si può definire trauma cranico qualsiasi danno al cranio e all’encefalo provocato da un evento di tipo meccanico, come un incidente automobilistico o una caduta con conseguente impatto della testa sul terreno.

Non è sempre necessario ricorrere all’intervento chirurgico dopo un infortunio di questo tipo. Gli effetti di un trauma cranico possono essere:

  • di lieve entità: è l’infortunio meno grave e generalmente non causa emorragie cerebrali. Di rado è necessario l’intervento di neurochirurgia, ma il monitoraggio di 24 ore è funzionale a prevenire qualsiasi eventuale complicazione;
  • di moderata gravità: in questo caso potrebbe rivelarsi necessaria l’operazione neurochirurgica per trattare eventuali ematomi o emorragie cerebrali causate dall’impatto. Lesioni di questa entità devono essere considerate vere e proprie emergenze, perché possono mettere a repentaglio la salute del sistema nervoso centrale con danni permanenti;
  • di grave entità: è la condizione in cui versa il paziente in coma, il quale necessita di un trattamento urgente chirurgico e/o di rianimazione.

Trauma cranico: sintomi e complicazioni

I sintomi del trauma cranico variano a seconda dell’entità dell’infortunio. Di seguito la differenziazione dei sintomi a seconda della gravità del quadro clinico.

I sintomi più comuni del trauma cranico lieve

Per il trauma cranico lieve, i sintomi più frequenti sono:

  • confusione mentale e disturbi oculari;
  • capogiri e cefalea;
  • affaticamento, sonnolenza e problemi di concentrazione;
  • acufeni e dolore nella regione del collo;
  • temporanea perdita di coscienza (solo in alcuni casi).

I sintomi frequenti del trauma cranico grave

Per il trauma cranico grave o moderato, i sintomi diventano molto più intensi e accentuati. Questi i più comuni:

  • perdita di coscienza;
  • deficit a livello neurologico;
  • grande confusione e alterazione della personalità;
  • cefalea intensa e permanente;
  • episodi ripetuti di vomito;
  • problemi di coordinazione e comunicazione.

L’intervento di neurochirurgia si rivela fondamentale per trattare le conseguenze di un trauma cranico grave: che si tratti di un focolaio lacero-contusivo, di un edema o di un’emorragia cerebrale, o di un trattamento funzionale ad evitare la formazione delle cosiddette ernie cerebrali.

Trauma cranico: esami diagnostici specifici

La valutazione di un trauma cranico si basa su un primo esame obiettivo e su successivi esami diagnostici personalizzati sulle condizioni del paziente. Seguendo lo schema del GCS (Glasgow Coma Scale), il paziente riceverà una prima valutazione da 3 a 15 a seconda degli stimoli verbali, motori e oculari a cui è in grado di rispondere.

Tomografia computerizzata e risonanza magnetica nucleare

Se l’esame obiettivo restituisce un valore inferiore a 13, verranno eseguiti altri due esami diagnostici:

  • tomografia computerizzata (TC): viene eseguita per monitorare l’evoluzione delle lesioni cerebrali prodotte dal trauma, come edemi ed ematomi.
  • risonanza magnetica nucleare (RMN): viene eseguita per raccogliere ulteriori informazioni per una diagnosi più precisa e corretta. L’esame RMN si focalizza maggiormente sulle lesioni non emorragiche e sui danni cerebrali diffusi.Se l’esame obiettivo segnala un valore da 3 a 8, si tratta di un trauma cranico grave e generalmente si procede all’intervento neurochirurgico d’urgenza.

Trattamenti e chirurgia mini invasiva

trauma cranio encefalico

Trauma cranico: intervento chirurgico e riabilitazione

In caso di emorragia cerebrale e di quadro clinico grave, si ricorre solitamente all’intervento neurochirurgico, durante il quale si può praticare il drenaggio subdurale, la ventricolostomia e la craniotomia.

In cosa consiste l’intervento chirurgico

In cosa consistono queste tre pratiche di intervento chirurgico?

  • Drenaggio subdurale: esecuzione di un foro di trapano e pratica di drenaggio a circuito chiuso, monitorando la pressione, per rendere possibile l’evacuazione di raccolte liquorali ed ematiche nel corso di 48-72 ore.
  • Ventricolostomia: tecnica per misurare la pressione liquorale intracranica mediante una pratica di drenaggio, sempre a circuito chiuso, ad un ventricolo laterale per controllare la pressione cerebrale e l’ipertensione liquorale.
  • Craniotomia: intervento chirurgico con il quale si pratica l’apertura della scatola cranica. Si procede poi ad evacuare l’ematoma, se situato in sede extradurale, o ad incidere la dura madre con conseguente evacuazione, se collocato in sede subdurale.

Conseguenze dell’operazione al cervello

L’operazione al cervello è uno degli interventi di neurochirurgia più complessi: si tratta di una regione molto delicata del nostro corpo e qualsiasi intervento deve essere eseguito con la massima cautela e competenza.

Le conseguenze di un intervento del genere possono variare molto a seconda della tempestività dell’operazione chirurgica, del quadro clinico e dell’età del paziente. Anche i tempi di recupero sono piuttosto variabili: tutto dipende dall’intensità del trauma cranico, dall’esito dell’intervento e dalla gravità del quadro clinico, con annessi deficit cognitivi e neurologici.

    Riabilitazione post-operatoria

    Il percorso di riabilitazione del paziente può rivelarsi fondamentale per recuperare da un intervento così importante. Gli esiti sono visibili generalmente nei primi sei mesi dall’intervento: i miglioramenti possono avvenire anche nei mesi e negli anni successivi, ma in maniera più lenta e progressiva.

      Perché rivolgersi a Neurochirurgia 24 per il trattamento di traumi cranici?

      Il team di Neurochirurgia 24 ha alle spalle molti anni di esperienza chirurgica e scientifica: gli specialisti di Neurochirurgia 24 sono disponibili h24, 365 giorni l’anno, per la valutazione, la diagnosi e il trattamento del trauma cranio encefalico e delle patologie da esso provocate. Consulti medici su prenotazione e trattamenti d’urgenza vengono eseguiti presso la Clinica Villa Margherita a Roma.